A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Home > S > SULTON





SULTON

GEYMONATSpA
PRINCIPIO ATTIVO:
Acido folinico sale di calcio pentaidrato microgranuli 19,14 mg equivalentead acido folinico 15 mg.
ECCIPIENTI:
Lattosio, cellulosa microcristallina, amido pregelatinizzato, sodio amido glicolato,magnesio stearato.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Farmaci antianemici.
INDICAZIONI:
Trova utilita`, come antidoto di dosi eccessive di antagonisti dell`acido folico e percontrobattere gli effetti collaterali indotti da aminopterina o da metotressato Trova inoltre indicazione in tutte le forme anemiche da carenza di folati dovute ad aumentata richiesta, ridottautilizzazione, insufficiente apporto dietetico di folati.
CONTROINDICAZIONI:
Non deve essere somministrato per il trattamento dell`anemia perniciosa odi altre anemie megaloblastiche quando la vitamina B12 e` carente, se non in associazione alla medesima. Ipersensibilita` ad uno dei componenti.
EFFETTI INDESIDERATI:
La somministrazione del prodotto puo` essere seguita da reazioni generali diipersensibilita` (febbre, orticaria, ipotensione arteriosa, tachicardia, broncospasmo, shock anafilattico).
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
E` una terapia impropria dell`anemia perniciosa o di altre anemie mega-loblastiche conseguenti a carenza di Vitamina B12; puo` verificarsi, infatti remissione, ematologica mentre le manifestazioni neurologiche restano progressive. La terapia va pertanto condottasotto controllo ematologico. Nel trattamento del superdosaggio da antagonisti dell`acido folico la somministrazione del Sulton deve essere effettuata possibilmente entro 1 ora, risultando ge-neralmente inefficace una somministrazione dopo un periodo di 4 ore. La somministrazione del farmaco deve essere eseguita con attenzione in modo da evitare pericolo di reazioni allergicheod effetti collaterali.
AVVERTENZE:
Non interferisce sulla capacita` di guidare e sull`uso di macchine.
INTERAZIONI:
L`acido folinico antagonizza gli effetti degli antifolici. Agisce come "rescue" (salva-taggio) nella terapia con alte dosi di metotressato e come antidoto in caso di superdosaggio.
POSOLOGIA:
Puo` essere somministrato per via orale o per via intramuscolare. Il liofilizzato deveessere ricostituito con l`acclusa fiala solvente da 2 ml. I
MPIEGO DEL SALE DI CALCIO DELL`ACIDO FOLINICO (SULTON) NELL`AMBITO DI PROTOCOLLI PARTICOLARI DI CHEMIOTERAPIA ANTIBLASTICA CON ALTI DOSAGGI DI METOTRESSATO. In base alle piu` recenti acquisizioni, per migliorare l`indice terapeuticodel metotressato, viene utilizzato il Sulton in un trattamento sequenziale antidotico (Sulton "rescue"). Adottando schemi terapeutici che prevedono l`utilizzazione di metotressato, ad alti do-saggi, ed il Sulton, e` infatti possibile un miglior controllo delle forme tumorali, senza registrare, nel contempo, significativi incrementi di tossicita`. Il protocollo terapeutico prevede l`impiego delSulton: per via parenterale nella prima fase corrispondente all`antidotismo per competizione; per via orale nella seconda fase in cui entra in gioco prevalentemente la componente biochimico-metabolica. Al momento tuttavia non risultano definiti con certezza schemi posologici generali. Poiche` il sale di calcio dell`acido folinico e` un antagonista del metotressato la loro concomitantesomministrazione puo` essere attuata solo quando, nei singoli casi, si e` proceduto alla definizione di uno specifico protocollo. A tale scopo e` raccomandabile consultare la piu` recente let-teratura in materia. A
NTIDOTO IN CASO DI SUPERDOSAGGIO DI METOTRESSATO. Il Sulton (sale di calciodell`acido folinico), antidoto specifico del metotressato, consente di neutralizzare gli effetti tossici esercitati dall`antimetabolita sul sistema ematopoietico e sulle mucose dell`apparato dige-rente. Nel suo ruolo di antidoto, il Sulton viene impiegato a diverse posologie in funzione dell`effetto da ottenere. Per ottenere un effetto biochimico-metaolico si consiglia Sulton per viaintramuscolare (5-6 mg. ogni 6 ore per 4 dosi). Nei casi di effetti collaterali da dosi convenzionali di metotressato si consiglia il Sulton per via parenterale (i.m. 15 mg. ogni 6 ore per 4 dosi),o per via orale (15 mg. ogni 6 ore per 4 dosi). Nei casi di somministrazione accidentali di metotressato, il Sulton deve essere somministrato in dosi pari o superiori a quelle del metotressatoentro la prima ora; la somministrazione del Sulton in tempi successivi risulta meno efficace. NELLA TERAPIA DELLE ANEMIE DA CARENZA DI FOLATI. Il trattamento si iniziera` con la somministrazio-ne di Sulton per via orale (15 mg/die) continuando poi giornalmente con detta dose per 10-15 giorni. In caso di risposta favorevole la dose potra` essere dimezzata continuando fino a norma-lizzazione del quadro ematologico ed alla scomparsa dei segni clinici.


©MedicineLab.net