A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Home > G > GONASIHP





GONASIHP

AMSA Srl
PRINCIPIO ATTIVO:
Gonadotropina corionica titolata biologicamente.
ECCIPIENTI:
Lattosio. Fiala solvente da 2 ml: fenolo, acqua per preparazioni iniettabili q.b.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Gonadotropine.
INDICAZIONI:
Nel bambino: criptorchidismo, ipogonadismo, eunucoidismo ipogonadotropico.Nella donna: amenorrea primaria e secondaria, ipoplasia ovarica, menometrorragia, aborto ricorrente, minaccia d`aborto,. infertilita` anovulatoria, sterilita` da deficiente ovogenesi. Nell`uomo:azoospermia, oligoastenospermia, astenospermia.
CONTROINDICAZIONI:
Puberta` precoce, carcinoma prostatico ed altre neoplasie androgenodipen-denti, precedenti noti di reazioni allergiche alla gonadotropina corionica.
REAZIONI SECONDARIE:
Sono state riferite cefalee, irritabilita`, irrequietezza, depressione, edemi, pu-berta` precoce, ginecomastia. Raramente possono aversi reazioni dolorose nel luogo delle iniezioni.
PRECAUZIONI D`IMPIEGO:
Deve essere iniettato per via intramuscolare o sottocutanea. La solu-zione ottenuta unendo il solvente al liofilizzato deve essere utilizzata immediatamente dopo la
preparazione.
AVVERTENZE:
In caso di comparsa di segni di puberta` precoce dovuta all`induzione androgena sospendere il trattamento. Poiche` gli androgeni possono causare ritenzione idrica, il prodotto deveessere usato con cautela in cardiopazienti, nefropazienti ed epilettici.
USO IN GRAVIDANZA:
In quanto ormone di origine placentare umana non e` controindicato nella ge-stante. Non vengono riconosciute indicazioni dell`HCG coincidenti con l`allattamento.
EFFETTI SULLA GUIDA E USO DI MACCHINARI:
Non sono stati segnalati effetti sulla capacita` di guidare auto-veicoli od utilizzare macchinari
INTERAZIONI:
L`uso associato o sequenziale della gonadotropina corionica alla HMG (gonado-tropina umana della menopausa) deve tener presente la possibilita` di reazioni secondarie, quali ingrossamento ovarico, ascite, reazioni pleuriche, tromboembolia, rottura di cisti ovariche, na-scite multiple.
POSOLOGIA:
S.p.m.; orientativamente puo` venire adottato il seguente schema:
N ELLA DONNA:
Amenorrea primaria e secondaria e cicli anovulari: se dipendente da deficit d`increzione gonadotropinico ipofisaria o da scarsa reattivita` gonadica alle gonadotropine ipofisarie, ottenuto illivello ottimale degli estrogeni: 5000-10000 U.I Ipoplasia ovarica: 3-5 dosi 500-1000 U.I. al mese. Menometrorragie: 500-1000 U.I. a giorni alterni fino alla cessazione dell`emorragia, poi500-1000 U.I. una volta alla settimana fino al normalizzarsi del succedersi delle mestruazioni. Aborto abituale: 5000 U.I., a giorni alterni nei primi 3 mesi di gravidanza. Successivamente perancora 2 mesi, 1000 U.I. a giorni alterni. Minaccia di aborto: intervenire prontamente con 5000 U.I. anche 2 volte al giorno fino alla scomparsa della minaccia di aborto. Far seguire la sommi-nistrazione di 1000 U.I. ogni 3 giorni. Sterilita` da deficiente ovogenesi: dopo stimolazione con gonadotropina umana della menopausa (HMG) iniettare a distanza di 24 ore dall`ultima sommi-nistrazione di HMG 1-2 fiale di 5000 U.I. onde provocare l`ovulazione. N
ELL`UOMO:
Criptorchidi-smo: 250-500-1000 U.I. 2 o 3 volte alla settimana per periodi di 40 giorni. Ripetere il
trattamento dopo 30 giorni di sospensione. Ipogonadismo: da 125 a 1000 U.I. 3 volte alla set-timana. Azoospermia, Oligoastenospermia: 500 U.I. a giorni alterni per 3-4 mesi. Astenospermia: 1000-2000 U.I. ogni 4 giorni per 3 mesi. Enuresi notturna: 250-500 U.I. 2 volte allasettimana.
SOVRADOSAGGIO:
Ad oggi non sono stati evidenziati sintomi da sovradosaggio.
SCADENZA E NORME DI CONSERVAZIONE:
Conservare al riparo dalla luce e a temperatura non su-periore a 25 -oC. 24 mesi.


©MedicineLab.net